28 febbraio 2008

Quando è vero che "ti amo!"

Cinque letterine non bastano.
Ti amo si dovrebbe scrivere con almeno quattro alfabeti, un paio di nuvole bianche di quelle grandi grandi, due greggi di agnellini, cento città e un bottiglia di Amaretto Disaronno...
...e non basterebbe ancora.

26 febbraio 2008

SAPERE...

Sapere prima di agire è importante.
In
questo post denunciai un atto fastidiosissimo, ovvero la censura di un blog colpevole di avere pubblicato una certa foto (se cliccate sul link avrete più informazioni, non sto qui a ripetermi...).
Bene, non rinnego il mio gesto, in quanto fatto contro un determinato comportamento. C'è da dire, comunque, dopo che un giretto nel blog censurato me lo sono fatto, che qua e là, fra i vari scrittori, c'è qualche iconcina fascista e/o nazista di troppo, per i miei gusti. Devo comunque ammettere che, sullo stesso sito, ho trovato anche un post su Che Guevara ed altre cose che spiazzano molto dal punto di vista di una stabilità politica, perciò la conclusione è che quel blog sia abbastanza anarchico, nella sua identità, perché pare che ci sia un po' spazio per tutti.
Mi rincresce solo che la facciano un po' più da padroni un comportamento nostalgico pro-fascio (brrrrr!) e la bestemmia gratuita che, premettendo che io sia fra i primi a prendersela con le divinità quando le cose vanno storte, lo trovo un comportamento puerile, in quanto non mi dimostra proprio un bel niente, dal punto di vista dell'ideologia, dell'intelligenza, della filosofia di qualunque tipo, dell'essere contro, anticonformista e vattelapescacosa...
E' un po' come Franky Hi-nrg (o come cuffia si scriva!) che si è presentato a Sanremo seguendo il perfetto cliché del rapper... Se avesse voluto dimostrare realmente l'anticonformismo si sarebbe dovuto presentare in frac ma, questo, è un altro lungo e tortuoso discorso e oggi, come sempre, ho troppa fretta.
Concludendo: sono contento di avere lottato contro un'ingiustizia e lo rifarei, un po' meno per averlo fatto per un sito che, tutto sommato, qualche caduta di stile ce l'ha ma in fondo sono fatti loro.
Finché non c'è apologia...

22 febbraio 2008

Xena

C'era una volta un vecchio marinaio...
Una sera, guardando le stelle dalla finestra della sua stanza, ebbe l'illusione di essere nella sua città e cominciò a pensare, lasciando che la sua mente navigasse lontano, proprio come le navi che salpavano dal porto della sua città.
Il porto più grande e più bello del mondo.
I suoi pensieri attraccarono al tempo della sua infanzia, quando la sua città era ancora più bella e diventava splendida, nella sua mente di bimbo, quando la sentiva raccontare dai ricordi del suo papà.
La sua città era per lui come un'antica donna amata; nonostante stesse apparentemente cambiando, lui c'era nato e continuava ad amarla come si ama un'anziana moglie, scorgendo sotto ogni ruga del viso un ricordo, un attimo di amore, di vita insieme, di spensierata gioventù.
Il marinaio non poteva non amare anche il vicolo più sporco e degradato della sua città perchè, sotto quelle spoglie, riusciva a vedere quello che un forestiero non poteva scorgere: i suoi ricordi e i ricordi di tutta la gente che, come lui, conosceva il fascino antico della più bella città del mondo.





21 febbraio 2008

Sfruttamento della dignità



In un mondo di plastica
sagome di cartone
si prostituiscono
per un attimo
di
vita.

20 febbraio 2008

Nessun preblema!



Non preoccupatevi, ci pensiamo noi.

Ok, preoccupatevi.


18 febbraio 2008

La pazzia aleggia...





Un vecchio si è lanciato sotto l'autobus sul quale viaggiavo, rischiando di morire, solo per la maledetta mania che hanno tutti di attraversare in mezzo alla strada quando, a POCHI METRI, ci sono a disposizione semafori e sottopassaggi (per altro forniti, nel caso della zona dell'incidente, di simpatici negozietti compreso un fiorista...). Deve ringraziare i riflessi dell'autista. Io lo avrei stirato! Ha attraversato guardando dalla parte opposta (per altro cazzo ti guardi contromano, non solo fai una cosa pericolosa ma nemmeno la sai fare!) ha attraversato, dicevo, con il bus a poco più di cinque metri da lui. Ovviamente siamo tutti scesi. Alcuni lo hanno soccorso. Io ero troppo adirato contro la sua stupidità e mi sono tenuto ben lontano, per evitare di essere fuori luogo riempiendolo di insulti! Si era già abbastanza spaventato, poverino, ci mancavo io, il pazzo di turno, a sgridarlo. Ma questa cosa mi fa impazzire! In quella zona (Piazza della Vittoria, a Genova, con quattro corsie di strada e incroci vari) becco sempre chiunque ad attraversare alla piratesca rischiando ogni volta la vita. Non sopporto tanta leggerezza e tanta incoscienza. E le peggiori sono le persone di circa cento anni che si trascinano a 18 metri l'ora e si ostinano a non rispettare le circa venticinque possibilità di attraversare comodamente e legalmente. Ok che gli incidenti possono sempre capitare ma, per Odino!, cercare di ammazzarsi (nonché far ammazzare, perché un guidatore può fare chissà quale casino, per evitare uno di questi imbecilli) mi lascia letteralmente sbigottito.
Una decina di fermate d'autobus dopo: un finanziere, che inseguiva di corsa non so chi, ha pensato bene di prendere a manganellate il "mio" autobus gridando "VIA! VIA!"... Ora, il tutore della legge chiedeva ai pedoni di fargli spazio ma, inevitabilmente, mezzo autobus, preso dal panico, si è capicollato giù dal mezzo convinto che ci fosse chissà quale pericolo terroristico. Io non mi sono mosso. Non perché sia l'ultimo dei Boy-scout ma perché stavo subendo per la seconda volta nel giro di dieci minuti una overdose di sbigottimento davanti ai gesti insulsi dell'essere umano.
Ora sono nel mio studio ad aspettare che un gabbiano si appoggi sul mio davanzale e mi canti "Perdere l'Amore" di Massimo Ranieri.
Così compensiamo

15 febbraio 2008

Miracoli!

Oggi, facendo la pulizia mensile del mio acquario, ho notato un piccolo pesce! Un nuovo arrivato. Ora, non è certo la prima volta che mi nascano pesci nell'acquario, anzi... ma questo è pressappoco miracoloso!
Si tratta di una razza di pesci spazzini mangiatori di alghe che si riproducono con moltissima difficoltà, in acquario. Oltre al fatto che distinguere il maschio dalla femmina sia già un'impresa impossibile e, nel caso la fortuna sia gentile, che si riproducano è appena meno che impossibile.

Invece...

Beh, questo si che è un miracolo, di quelli che può solo l'unica divinità che mette d'accordo tutti i credo, i non-credo e le religioni diverse: La Natura.

Buon fine a tutti! Io vado a guardarmi un po' Faustino!
- Oggi è san Fausto, sicuramente il piccolino è nato già da diversi giorni, forse addirittura un paio di settimane, ma l'ho scoperto oggi ergo si cucca il nome del calendario! Pensate che il primo pesce della sua razza che comprai ebbe l'onore di entrare nel mio acquario il giorno di Sant'Eusebio! Da lì, ogni volta che ne ho preso uno nuovo, si è portato dietro qul nome. Il papà e la mamma di Faustino sono, rispettivamente, Eusebio XI ed Eusebio XII (ve l'ho detto, il sesso non si distingue!). Faustino, invece, è il primo nato direttamente qui, perciò si merita un nome tutto suo!
Saluto

13 febbraio 2008

CENSURATEMI!

Non so di preciso se sia stata solo ed esclusivamente la foto, che vedrete in fondo al post, la vera ragione del fatto che sto per denunciarvi ma pare che, per questa foto, un signorino fanatico cattolico abbia denunciato un blog per via di questa foto e il blog sia stato chiuso da Splinder (altra piattaforma dove si sfornano blog di ogni genere...). Questa mi pare una censura indegna e priva di ogni fondamento moralmente etico! Ok, il quadretto raffigura Gesù che viene catturato dagli Acchiappafantasmi, un po' irriverente, ma non offensivo, a mio parere... Io detesto la chiesa quando chiesa significa estremismo! L'estremismo è causa ed effetto dell'ignoranza, unico vero grave problema dell'umanità, c'è poco da parlarne. Nel rispetto del prossimo ognuno è libero di fare quello che crede. Se suoni la batteria alle 3 del mattino imponi una tua volontà ma se pubblichi una foto sul TUO blog, allora il discorso cambia, soprattutto quando il soggetto non sia una cosa così devastante da rimanerti piantata nella mente irrimediabilmente (ad esempio, ci fosse stata la foto di un bambino decapitato lo avrei trovato molto più invasivo dal punto di vista emotivo...).
Ma il discorso alla base è il seguente: una volta per tutte, chi vuole credere creda, chi non vuole non creda, ma vedete di evitare queste imposizioni! Allora io denuncerò qualche sito cattolico perché pubblicizza una dottrina che limita la libertà di pensiero e mortifica l'Uomo! E pretenderò che venga chiuso immediatamente! Se vogliono fare certe cose, che le facciano a casa loro, in chiesa, dove, se uno ci entra di sua spontanea volontà, sa a cosa può andare incontro! Se mio figlio si imbattesse in un sito cattolico che gli inculcasse certe fregnacce in testa sarebbe tanto fastidioso ed antipatico quanto il figlio di un credente osservante praticante (fanatico...) che s'imbatte nella foto di cui sotto. E allora facciamo le cose eque, come ci ha insegnato il vero Gesù, quello morto in croce, quello ucciso...dalla Chiesa! (ops!)...
O chiudiamo e proibiamo entrambe le cose, oppure riaprite quel blog!
Ora, potrebbe darsi che quella foto fosse solo una goccia e che in quel blog ci fossero contenuti di stampo satanistico che inneggiassero al suicidio e/o omicidio di massa, perciò avrebbero fatto bene, avrebbero combattuto contro un estremismo che genera violenza, ma dubito fortemente che sia queasto il caso!
Pubblicate tutti questa foto in nome della libertà di pensiero! SIAMO NEL MEDIO-EVO!!!
E parlatene.
Saluto.




12 febbraio 2008

ONESTA'!



Ho sentito il discorso del mitico Silvio! C'è da dire che almeno, questa volta, è stato sincero! Ha detto (fra le altre cose): "...liberarci dalle tasse e dall'oppressione legale! Noi possiamo farlo!"
Dall'OPPRESSIONE LEGALE!!!
Ha dichiarato apertamente "Votatemi e mi parerò il culo senza dover fingere di farlo per voi!".
Non che gli altri politici non lo facciano, sia ben chiaro, ma lui, il grande uomo, lo ha candidamente dichiarato! E' un eroe! E sono eroi tutti quei pecoroni che lo voteranno senza rendersi conto di niente! Il problema è che non esista un'alternativa realmente valida con la quale fargli aprire gli occhi... Polvere per polvere... Vedere le stesse casalinghe un po' fessacchiotte che battono le mani entusiaste facendo penzolare i loro prosciuttoni di braccia flaccide in qualsiasi spettacolo demenziale di violenza intellettuale (sfornati da Canale5 ma, badate bene, pure da raidue, diamo a tutti la bastonata che meritano!) applaudire il Silvio tutte contente e cerebralmente terrone mi devasta lo stomaco! (Si, terrone, io considero essere terroni una condizione mentale. Sono molto più terrone le sorelle B. di Rustigazzo (Pc) che mia nonna Pina di Ravanusa (Ag) che non aveva nulla di terronesco nella sua morale... ma questa è un'altra storia!)
Insomma, già mi sono espresso qualche post fa': finitela! Non votateli più! Né di qua né di là! Ma è mai possibile che non arrivino due baldi giovani a sinistra e a destra con ideali almeno un poco più puliti e convinti da darci una scelta più ampia?
Ormai siamo nella fanghiglia del "Votate noi perché Berlusconi è la cacca" e "Votate Noi perché io sono Berlusconi e mi devo parare il culo dai miei casini fiscali e sono un vanesio pazzo che adora fare dio!"
Mi sono stufato a tal punto che questo post di puro sfogo è una delle mie peggiori accozzaglie di parole velenose.
Da domani (o quando sarà) rinizierò a parlare di un nulla un po' più intrigante e piacevole.
Basta, la politica è devastante.
Dieci anni fa' ero un convinto comunista con idee chiare, convinte, per quanto non ci fosse qualcuno che mi rappresentasse pienamente, trovavo giusto votare chi almeno rappresentava storicamente quello che io avevo dentro, ciò che fosse la mia visione del mondo.
Adesso mi demoralizza non tanto la mancanza di qualcuno che mi rappresenti ma la mia situazione di stanchezza, lo stallo politico in cui mi trovo. Non mi sento più di sinistra dentro. Ma nemmeno di destra, sia ben chiaro. Mi sento miseramente solo e non poco spaventato da questa società di merda!
Ma è possibile che non si possa fare proprio niente?!? Qualcuno ha un'idea valida?
La massa non si rende proprio conto di un cazzo?!
Chiudete le televisioni! Riaprite il mondo ai bambini e alle persone che si incontrano e che parlano e che sognano!
Finitela di seguire dei condottieri che stanno devastando l'Italia! Sono quasi duecento anni che non sappiamo fare altro che coprirci di ridicolo davanti al mondo intero!
VERGOGNAMOCI!!!
Siamo stati per secoli la culla dell'arte, della scienza, del sapere! Eravamo un punto di riferimento per tutti i grandi pensatori!
Grazie, Napoleone, tu e il tuo Impero...e adesso ci toccano i Berlusconi, i Prodi, i minchioni che fanno una politica masturbatoria!
Bene, vado a fare cose più importanti, lo sfogo adolescenziale, per oggi, è concluso!
Saluto!

08 febbraio 2008

Fine Settimana




Raffinata è scivolata verso la sua conclusione con un solo scopo: sfuggirmi via come se non ci fosse stata.

Fine. Fine. Fine.


Fine

06 febbraio 2008

Stabile


Alla trave
come non accorgendosi appoggiato
ondeggia lievemente.
Lucernaio che filtra luci di sole o di riflesso notturno
dalla luna
rimbalzato
da un giorno lontano mezzo pianeta
ad una notte nostra.
Stabile per pochi istanti.
Per sempre stabile.
La torre indica un preciso punto
dove lei ha deciso.

05 febbraio 2008

Iniziamo con notizie positive. Concludiamo con una missiva velenosa...




Questa è la copertina definitiva del libro nato dall'iniziativa "Raccontami una storia". Vi sono raccolti dei racconti scelti da Sinnos che saranno pubblicati sul libro in uscita a Marzo, i cui ricavi saranno devoluti alla Ricerca per la Lotta al Neuroblastoma. C'è anche un mio racconto! Mi raccomando, lo dovete comprare, ma non per il mio racconto o per me (tanto a me in tasca non viene nemmeno un centesimo, com'è giusto e come spero sia per tutti gli organizzatori della bella iniziativa!) ma per la giusta causa! Allora, amici e girovaghi capitati per caso, prendete un appunto e, a Marzo, fate e fatevi un regalo! Un abbraccio e un saluto a tutti quanti!

Maestro-Buitre.


Finiamo con una cosa futile e vergognosa (da parte mia...)

Caro Google AdSense, se continui a mettere delle inutili pubblicità, come cazzo faccio a guadagnarci ANCHE IO oltre a voi? Ma chi è che, secondo voi, dati gli argomenti del mio blog, si va a cliccare una pubblicità dove si dice Tutto sul Padre Nostro - Come Gesù vuole che preghiamo? Chi? Ho pure un Banner con l'immagine del Papa che condanna il blog (che poi è un modo velato per dire che IO condanno il papa e tutto il sistema marcio della chiesa!). Sentite: o mi servite a modo o inizierò a fotografare le vostre pubblicità sui miei siti e, se continueranno ad essere inutilmente casuali, vi farò causa per molestie intellettuali!

Si può fare?


Heracleum blog & web tools