27 maggio 2008

Oggi per pigrizia...

...ho scritto un post.

Però qui.

Saluto.

23 maggio 2008

La pubblicità è l'anima de li mortaretti...

Se andate su ArteLario potete leggere racconti e poesie che verranno poi pubblicati dopo una votazione online che verrà aperta fra una settimana. Se vi piacesse fare un sano gesto di campanilismo il mio racconto si intitola Cunìcoli e la poesia è Sacrifucio. Se no pace, ma vi consiglio ugualmente di andare a dare una letta perché comunque sono tutti lavori che val la pena sbirciare; non li ho letti ancora tutti (ammetto candidamente almeno quanto l'impunità con la quale mi sono appena fatto pubblicità) ma quel poco che ho letto non sono stati minuti sprecati, perciò, tu, si, si, ce l'ho proprio con te: tu, invece di fare una pausa pornografia navigando e vagando su internet, impiega un attimo della tua pausa ricreativa per scoprire che ci sono in giro ottimi dilettanti che possono regalarti un attimo di distrazione dalla grigia e svelta quotidianità! A quel punto vota con onestà.

Ecco.

Saluto!

21 maggio 2008

Non ci credo!

Mah!!?!? Ma.... MA Berlusconi andrà veramente a Napoli! E l'ICI la stanno levando veramente! E i rappresentanti dei commercianti e dei lavoratori paiono concordi sulle decisioni prese!!!
Questa destra sta funzionando! Non ci credo...
Mi ritirerò in un angolino con una buona visuale e, da buon saggio, starò ad osservare per vedere come andranno realmente le cose. Poi tornerò a parlarne. Con dati certi alla mano.
Ed ora ritorniamo a Nonnabelarda e le sue fantastiche fantasticherie.

20 maggio 2008

Silvio Berlusconi?

Aveva promesso che, se avesse vinto le elezioni, avrebbe passato il suo primo periodo di "governatore" fisicamente a Napoli per mettere a posto tutta la questione emergenza rumenta (scusate il genovesismo: EMERGENZA RIFIUTI, così è chiaro a tutti!).
A quanto pare si è guardato bene dal mantenere la parola data e i napoletani continuano a passare periodi decisamente caldi davanti ai tossici e maleodoranti falò.
Io non credo più alla buona fede di nessuno. Sono tutti d'accordo a mantenere certe situazioni utili a disegni più grandi (tipo i progetti delle loro nuove ville. Magari su Marte. Eh, si... MAGARI!!!).
Ovviamente, come ogni volta, lui dice merdamerdamerda, poi dice che non l'ha mai detto, nonostante le registrazioni e i filmati che lo documentano, Fede dice che è un complotto, poverino, è normale, ce l'hanno sempre con lui e intanto le massaie felici continuano a guardarsi indisturbate quella merdata che è UOMINI&DONNE dando così un senso al loro voto senza rendersi conto di un cazzo! Dovremmo, noi persone coscienziose, comprare quintalate di copie di 1984 e de La Fattoria Degli Animali e distribuirli in giro come facevano i rivoluzionari di un tempo. Peccato solo che ormai non legga più nessuno e, quei pochi che leggono (mi verrebbe da dire che sanno leggere, perché si sta ripresentando un analfabetismo che disarma...) quei pochi che leggono, dicevo, o stanno dalla parte giusta e non hanno bisogno di leggerli, che magari lo hanno pure già fatto, o stanno dalla parte dei cattivi (e non mi vergogno ad usare il termine come se fossi un bambino).

Fatica sprecata, forse, ma sarebbe bello provarci. O si!

Insomma, ci vorrebbero i fatti ma, finché il potere sarà dei media, mi conviene scrivervi racconti e poesie massacrando molto meno il mio umore e la mia briciolina di speranza ed eterna fiducia nell'uomo (sono un coglione, lo so...).

Intanto il Papa è stato a Genova e, per evitare che la visuale fosse disturbata, non si sono fatti problemi ad abbattere centinaia di alberi secolari. Sono schifato ed indignato!
VERGOGNA!

09 maggio 2008

Si isoli!

Noto con sempre più imbarazzo che la gente tende ad isolarsi. Ognuno vive nel suo ipermicrocosmo senza sentire la necessità di partecipazione. Tralasciando così anche le minime attenzioni nei confronti del prossimo. Ognuno pensa a se. Poi dicono che la gente ha paura e non si sente sicura nemmeno in casa propria! Grazie, non esistono più i vicini di casa di una volta, quelli ai quali lasciavi il bambino senza pensarci due volte e che lo facevano senza nulla chiedere in cambio, quelli che se sentivano strani rumori erano pronti ad aprire la porta per assicurarsi che nessuno si fosse fatto male. Ora provate a cadere per strada e contate quante gambe continuano a muoversi prima che due si fermino per soccorrervi. Gente, dove sei finita? Ti sei trasformata in una massa fatta di particelle che non sanno fondersi le une con le altre. Non mi piace. C'è ignoranza, pigrizia, incoscienza della propria situazione e delle possibilità di migliorarsi per far migliorare. Comunicare è diventata una parolaccia perché è troppo riconducibile ai media e questo, al giorno d'oggi, è fra i più pericolosi e potenti demoni.
Altro che meno tasse per tutti o più case per tutti e quant'altro... Se i politici proponessero più buoni educatori per tutti e più partecipazione per tutti ("libertà è partecipazione" come diceva il grande buon vecchi signor G.) tanti problemi e tanti malumori finirebbero. Credo che si eliminerebbero anche i mali più frequenti del nostro tempo, ovvero attacchi di panico, ansia, depressione... Ma non potrebbero mai essere proposte politiche perché sono i primi a manipolare e ad avere necessità di una folla di gente che gridando viva la morte proprio addosso mi è caduta.

Heracleum blog & web tools