17 novembre 2006

Paura


E' sera. Buio. Un ragazzo alto; coda di cavallo da vero duro della strada, passo sicuro, testa infossata nelle larghe spalle e sguardo fisso lanciato ad osservare con poca gentilezza qualsiasi ostacolo gli si parasse davanti. Se ne incontrano tanti, così. Ricordano quei "belli e dannati" di tanti film fa'.
Io mi avvicino col mio immancabile "cipiglio vikingo". Stiamo per incrociare le nostre strade...
Il marciapiede è piccolo. Come al solito cerco di prevedere se farà il gesto di spostarsi appena (che ricambierei fulmineamente) o se dovrò preparare la mia spalla sinistra ad uno scontro che segnerà l'ennesima tacca sul muro accanto alla branda.
E lì mi rendo conto di una cosa.
Ha paura.
Mi passa vicino senza ricambiare il mio sguardo che lo scrutava e tira dritto accellerando di poco il passo. Io mi sono fermato a pensare.
La gente ha paura.
I giovani sono spaventati, sono soli. Soffrono di una solitudine che li costringe a camuffarsi da piccoli eroi ribelli, ma sono piccoli uomini inesperti e timorosi del prossimo, privati della fiducia dai "grandi". Aggressivi per difesa.
Sono un abbaio di chiwawa.
Lo osservo allontanarsi, avvolto dalla sua paura. Mi giro e torno a casa.
E mi sento vecchio e fortunato.

20 Comments:

Anonymous goodnightmoon88 said...

beato lei che si sente vecchio e fortunato, forse ha ragione... io mi sento giovane e ho spesso paura... per cui indosso delle maschere per difesa...
un bel ritratto sintetico e impietoso...
mi piace

novembre 17, 2006 8:21 PM  
Anonymous bilbo said...

Vecchio, fortunato e....con uno smauser, sfauzer, snauzer nero gigante al guinzaglio!!!

novembre 18, 2006 12:50 PM  
Blogger MaEstro-Buitre said...

Lothar è uno Schnauzer medio... non è un Rieseschnauzer (gigante) né uno Zwiggerschnauzer (nano).
Ed è sale e pepe... Certo, la questione cambia ben poco, è una belva...
Ma in questa situazione di alta nonché profonda (?) filosofia, ero da solo...
Devo ridarti i dvd... Quando ci vediamo? Beh, fino a domenica prossima sono a Milano, però...

novembre 18, 2006 1:02 PM  
Anonymous bilbo said...

Gli amici stimolano il sorriso...anzi...stimolano il sorriso!!!

novembre 19, 2006 5:48 AM  
Anonymous Anonimo said...

Sono curioso di sapere cosa avrà invece pensato il cavallo, quel tipo lì intendo...

Non è che potresti...?

Concordo nel giudizio. Quando va via la paura va via anche l'aggressività.

Cià.

PAPPINA

novembre 19, 2006 11:31 PM  
Anonymous Anonimo said...

beh, ti 6 cagato in mano.
non vergognartene.

pippo

novembre 19, 2006 11:42 PM  
Blogger MaEstro-Buitre said...

[Pappina] quante volte, me lo chiedo anche io...
[Pippo] mi sa che tu non abbia letto con attenzione... La paura l'ho trovata nei gesti e nello sguardo di quel ragazzo, così come spesso accade di vederla in tanti giovani che appaiono ma non sono. A me non spaventano di certo.
Saluto!

novembre 19, 2006 11:59 PM  
Anonymous Sbloggata said...

Per sentirmi ghepardo ho imparato a ringhiare come i chiwawa...ma non serve a molto.
Mi scoprono sempre!!!
:o(
(i grandi a volte sono troppo furbi per capire come stanno davvero le cose)

novembre 20, 2006 11:29 AM  
Anonymous paola said...

cammino sempre a testa bassa, rasente i muri...

io ho paura della paura che percepisco nell'aria... in stazione, in metro, e ancora di più in strada.

ho paura che la paura degli altri diventi violenza.

ciao maestro.

novembre 20, 2006 6:03 PM  
Anonymous anneheche said...

concordo, caro Maestro.
E poi mi piacciono sempre i tuoi finali!
Devo scoprire chi è Bilbo...

novembre 21, 2006 11:22 PM  
Anonymous Arte said...

vecchio e fortunato?
io mi sento vecchia e sfortunata!!!

novembre 22, 2006 1:37 AM  
Anonymous bilbo said...

Non mi sento così desiderato dal 1968!! Hannafece non c'è niente da scoprire, sono traspàro come l'acqua di Nuoro...mi sei simpatica sai!?!

novembre 22, 2006 3:13 AM  
Anonymous Anonimo said...

fai paura!!!!!

novembre 22, 2006 11:57 AM  
Anonymous goodnightmoon88 said...

e io dico buonasera luna... non aggiorniamo...
click

novembre 22, 2006 5:07 PM  
Blogger CyranA said...

interessanti riflessioni...le condivido, e anche il commento di pappina.
ma come, sei a milano e non mi dici niente???

novembre 24, 2006 1:29 AM  
Blogger @LLERTA said...

sono orgoglione di dire che il buitre e' mio ospite. in questo momento sta dormendo ( e forse russando) oltre a questa parete. questa, dove ho spiaccicato una zanzara.

novembre 24, 2006 1:42 AM  
Anonymous Sarachan said...

Sicuramente stava russando... :P

novembre 24, 2006 1:15 PM  
Anonymous bilbo said...

Lothar, il tuo piano, gli scherzi alla mamma, la cima, il frigo, la tv, il cantinone, Walter, la lanterna, Gaggero, Pittaluga.....tooorna Buitre tooorna!!!!

novembre 25, 2006 12:05 PM  
Anonymous troppo genuina said...

abbiamo tutti paura, ormai è la condizione dell'uomo moderno e telematizzato, grazie ai media siamo informati e non sempre costruttivamente e spesso siamo vittime di strane periodiche fobie: il periodo dei cani pericolosi(mai quanto i padroni incoscienti), quello degli uccelli infetti, quello degli stranireri, dei bambini killer etc etc...fino ad arrivare all'ultimissimo branco delle scuole...solo la mia opinione, s'intende...
complimenti per lo stile :)

dicembre 02, 2006 4:42 PM  
Anonymous AltaInfedeltà said...

E il tipo ha avuto paura di te. Ma noi siamo amici, giusto?

;)

Stacci bene
Altainfedeltà

dicembre 10, 2006 2:16 PM  

Posta un commento

<< Home


Heracleum blog & web tools