06 gennaio 2007

La Befana


La Befana è una strega mancata.


Una donnaccia sporca e schiva che si aggira per le case dei bambini nella loro notte più triste di tutto l'anno, quando l'anno non ha ancora fatto in tempo ad iniziare, quasi come a voler mettere subito le cose in chiaro.

L'ultima notte delle feste natalizie.

Lei, in questa notte, decide di uscire dalla sua grotta nascosta chissà dove, affamata, arsa dalla solitudine eterna da cui è afflitta. Si intrufola nelle case dei bimbi addormentati e li osserva dormire, invidiandoli. Poi si mangia un pezzo di panettone annaffiato da un bicchiere di vino rosso, ne trova sempre. In mancanza d'altro, ci sarebbero i bambini...

Ma non sa essere strega fino in fondo; non sa (non vuole) accettare questa sua natura di cavalcatrice di scopa dal naso adunco e vestita di stracci.
Vuole addolcire ai pargoli la fine delle feste e gli lascia in dono un sacco di dolci.

Così gli vengono le carie, il mal di pancia, diventano grassi e ancora più viziati e prepotenti (eh, si, anche se sono stati cattivi, pure il carbone, ormai, è dolce).

Forse la Befana non è poi tanto mancata, come strega.

Forse è la più scaltra di tutte.

...

Andatevi a sbirciare
Caffè Letterario C'è una mia metafora sui pensieri, oltre a brevi racconti di altri giocolieri della parola...

9 Comments:

Blogger kilmarnock said...

Scusa se scrivo un commento non inerente al post appena pubblicato ma purtoppo ti dovevo comunicare velocemente la triste notizia (che forse tu già sai). Sembra che causa cali di ascolto vertiginosi negli Stati Uniti, dovuti all'uscita di scena di Misha Burton alias Marissa, i produttori di O.C. abbiano deciso di chiudere il serial. Questo significa che oltre veder finire un telefilm a tratti divertente e commovente (con anche tante belle ragazze, Marissa in primis) Mediaset potrebbe decidere di non acquistare neanche la quarta serie, proprio a causa del calo di ascolti registrati oltre oceano e che rischierebbe di avere anche qua (non a caso l'ultima serie quiin in Italia è stata sospesa per questo motivo). Cosa dire, La Befana quest'anno ha porttao carbone.
Cheido scusa a tutti per questa divagazione sull'argomento principe.

gennaio 06, 2007 12:17 PM  
Blogger kilmarnock said...

A Buitre, indovina chi sono io?
Chi può parlarti di OC?

gennaio 06, 2007 12:18 PM  
Blogger MaEstro-Buitre said...

April, nel dubbio ho cliccato sulla E_mail del tuo profilo... Anche se già avevo forti e fondati sospetti... Baci!

gennaio 06, 2007 1:30 PM  
Anonymous Arte said...

Corro a sbirciare il Caffè letterario, allora!
ahahah hai fatto la scelta giusta con Bach: è il numero uno!

gennaio 07, 2007 12:00 AM  
Anonymous Anonimo said...

Il male ci circonda.
L'anno prossimo aspetto la Befana e la meno.
Anzi. Prima la violento e poi la meno.
Respirerà, la Befana?

PAPPINA

gennaio 07, 2007 9:59 AM  
Anonymous AltaInfedeltà said...

Ma questo invito a venirti a trovare più spesso celava un vago riferimento alle fattezze befanesche della sottoscritta?
Non ci provare nemmeno!
;)

Stacci pieno di carbone
AltaInfedeltà

Ps Vita vera a parte, veniamo, veniamo. :)
Caffè letterario hai detto?
:)

gennaio 07, 2007 1:21 PM  
Blogger MaEstro-Buitre said...

[arte] Johann Sebastian è unico...
[pappina] mmmh... chiedi informazioni per sapere se entra nella categoria delle "fattibili"?... tipo "bastacherespiri?"... perché pare che respiri, si, ma saltuariamente, perciò devi cogliere l'attimo... CARPE DIEM, Pappina... o CARPE EPIFANIA...
[altainfedeltà] ...non mi permetterei mai...

gennaio 07, 2007 9:25 PM  
Anonymous Estrema Morphina said...

la confusione intriga.
scoprimi..

gennaio 07, 2007 10:17 PM  
Anonymous Anonimo said...

Caro Maestro,
ho sempre idenificato la Befana con mia nonna. Un genio del male travestito da amabile dispensatrice di dolcezze. Pure queste, con conseguenze dannosissime.
charm

gennaio 08, 2007 10:25 AM  

Posta un commento

<< Home


Heracleum blog & web tools