09 ottobre 2006

Parafrasi

Dal momento che il mio post precedente tende a perplimere tutti i miei visitatori (a parte Artemisia80... credo...), mi proporrò in un esercizio che mi rimanda ai tempi della scuola media (ah, bei tempi... oh, che orrore! Scegliete la vostra preferita):
LA PARAFRASI!!!

Dunque, andiamo con ordine, che c'ho la ruggine... Il mio consiglio iniziale è quello di dare libero sfogo alle idee, senza permettere alla "paura di osare" di inibire la nostra voglia di esprimerci, di amare, di dire la nostra. Ogni cosa che nasce, è libera dai prgiudizi (la libertà assoluta in ciò che il male non conosce), libera da qualsiasi fattore inquinante, sia esso emotivo o fisico, e dare libero sfogo alle idee, affinché si materializzino, è il modo migliore per esprimere e liberare ciò che viene frenato da troppa razionalità, e quando è troppa, è anche pericolosa... (è via sicura per esprimere ciò che si incatena nella mente razionale).
Il secondo consiglio è di "baciare il male con l'inganno del saggio che raccoglie solo il frutto maturo e lascia, dove serve, il seme che non sfama" ovvero: cercate di non proteggervi dal male chiudendo gli occhi, ma cercate di conoscerlo, perché ogni esperienza è capace di lasciare qualcosa dentro di noi, che ci aiuti a migliorare. Il male esiste, è il paragone necessario che serve a dare importanza e senso a ciò che è buono, positivo, bello. Ed è bene (ri)conoscerlo quindi raccogliere solo ciò che possa nutrire la nostra anima, la nostra mente, in ogni momento, in ogni nostra esperienza, senza essere troppo avari e lasciare semenza su un terreno fertile, in modo tale che, chi passerà dopo di noi, potrà godere delle stesse esperienze e nutrirsi della stessa conoscenza. Cercare sollievo e riposo, ma mettersi anche in gioco, alla luce del sole (passare dove l'ombra non è eterna), perché la pigrizia, la paura di rischiare, la paura di vivere distruggono ogni buona intenzione e appesantiscono il cuore (il sollievo eterno non consola, spezza le intenzioni e brucia il cuore).
In conclusione, non sforzarti di salvare il mondo da tutti i suoi problemi e, soprattutto, non costringere gli altri a subire la tua amicizia o il tuo amore, perché chi ne avrà realmente bisogno, chi si sentirà in grado di ricambiarti o avrà bisogno di te, se sa che ci sei, verrà a chiederti consiglio, verrà a chiederti amicizia, conforto, una carezza, amore, rendendo così il vostro rapporto spontaneo in un meraviglioso gioco di dare e avere, che sia per una vita intera o per un solo attimo, ma senza l'angoscia che opprime; insomma: non costringere i favori, chi necessita di un solo attimo d'amore viene umile a cercare una carezza.
Tante parole per dire una cosa semplice semplice: VIVERE!
Puff!!! Pant!!! Che faticaccia, mi riesce molto meglio essere enigmatico.
Saluto!... emh... no! Non posso farlo! No, dài! Così è troppo!!! NON LO FARE!!! NOOOOO!!!! NON CADERE COSI? IN......... Ok, lo faccio:

;)

11 Comments:

Anonymous Arte said...

stand up anche tu? Sraebbe carino fare una cosa tra noi bloggers! alzarci tutti insieme a distanza magari

ottobre 10, 2006 3:03 PM  
Anonymous Greg said...

Non ho capito, mi puoi fare la parafrasi della parafrasi, magari usando mirate perifrasi? io intanto mi tocco la fica

ottobre 10, 2006 4:11 PM  
Anonymous goodnightmoon88 said...

non costringere i favori, chi necessita di un solo attimo d'amore viene umile a cercare una carezza.
vuol dire che bisogna bisognerebbe amare meno egoisticamente... non un do ut des??? insomma????
sei un prof o che?
grazie x i complimenti. fanno molto piacere... a presto
moon

ottobre 10, 2006 9:07 PM  
Blogger MaEstro-Buitre said...

Beh, amare meno egoisticamente, si... ma anche non pretendere di essere amici a tutti i costi, di aiutare tutti per forza... a volte, certe persone, vanno aiutate nell'ombra per i più svariati motivi... E' un discorsone, comunque... Tornando a noi: prego, per i complimenti, anche perché sono sinceri!!!

ottobre 10, 2006 9:51 PM  
Anonymous Anonimo said...

non costringere gli altri a subire la tua amicizia o il tuo amore..

è bellissimo ciò che hai scritto...ed estremamente reale!!! :)

ottobre 10, 2006 10:09 PM  
Anonymous anneheche said...

ho dovuto impegnarmi perchè sono stanca, ma ne è valsa la pena.
e poi no pain no gain...si scrive così? boh non so l'inglese...
buona notte Maestro!

ottobre 10, 2006 11:16 PM  
Blogger MaEstro-Buitre said...

Buondì a tutti (commentatori e non...)...
[anonimo] te un po' meno, che mi metti in moto la macchinetta della curiosità, se non ti firmi, e son del gatto!!! :)

ottobre 11, 2006 10:31 AM  
Anonymous nina said...

ciao,un sorriso senza parafrasi

nina

ottobre 11, 2006 4:57 PM  
Anonymous kaidoc said...

Ecco questa ("baciare il male con l'inganno del saggio che raccoglie solo il frutto maturo e lascia, dove serve, il seme che non sfama") per me è la parte più bella :)

ottobre 11, 2006 7:59 PM  
Blogger CyranA said...

un post per te stesso e per quelli che ti somigliano, un post per tutti...la mente e il cuore... è giusto: chi ha spessore deve condividerlo :-)
non è facile trovare identità di vedute nella propria cerchia, la blogosfera permette di allargarla e trovare esseri che ci somigliano, alleviando il senso di estraneità che spesso ci affligge :-)

ottobre 15, 2006 2:34 AM  
Anonymous Anonimo said...

Ciao Buitre, sono Miche, sai mica che ore sono?

ottobre 24, 2006 10:49 AM  

Posta un commento

<< Home


Heracleum blog & web tools