09 maggio 2008

Si isoli!

Noto con sempre più imbarazzo che la gente tende ad isolarsi. Ognuno vive nel suo ipermicrocosmo senza sentire la necessità di partecipazione. Tralasciando così anche le minime attenzioni nei confronti del prossimo. Ognuno pensa a se. Poi dicono che la gente ha paura e non si sente sicura nemmeno in casa propria! Grazie, non esistono più i vicini di casa di una volta, quelli ai quali lasciavi il bambino senza pensarci due volte e che lo facevano senza nulla chiedere in cambio, quelli che se sentivano strani rumori erano pronti ad aprire la porta per assicurarsi che nessuno si fosse fatto male. Ora provate a cadere per strada e contate quante gambe continuano a muoversi prima che due si fermino per soccorrervi. Gente, dove sei finita? Ti sei trasformata in una massa fatta di particelle che non sanno fondersi le une con le altre. Non mi piace. C'è ignoranza, pigrizia, incoscienza della propria situazione e delle possibilità di migliorarsi per far migliorare. Comunicare è diventata una parolaccia perché è troppo riconducibile ai media e questo, al giorno d'oggi, è fra i più pericolosi e potenti demoni.
Altro che meno tasse per tutti o più case per tutti e quant'altro... Se i politici proponessero più buoni educatori per tutti e più partecipazione per tutti ("libertà è partecipazione" come diceva il grande buon vecchi signor G.) tanti problemi e tanti malumori finirebbero. Credo che si eliminerebbero anche i mali più frequenti del nostro tempo, ovvero attacchi di panico, ansia, depressione... Ma non potrebbero mai essere proposte politiche perché sono i primi a manipolare e ad avere necessità di una folla di gente che gridando viva la morte proprio addosso mi è caduta.

7 Comments:

Blogger Alicesu said...

io mi sono stancata di comunicare.
Le idee che ho, quasi tutte, le tengo per me e per quelli che so essere più o meno d'accordo.
Perchè? semplice: gli altri mi mandano puntualmente a fanculo e cercano di smontare me perchè privi di argomenti.
E' comunicazione, questa?

maggio 09, 2008 12:23 PM  
Anonymous Lario3 said...

Bel post... grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

maggio 09, 2008 12:36 PM  
Anonymous maestrobuitre said...

Nel senso stretto del termine no. Nel senso che ha assunto in questi tempi bui lo è eccome!!! E' la comunicazione televisiva... Pensa solo ad un qualsiasi programma della DeFilippi o simili... Comunicare, per loro, è dire a voce alta la propria opinione tappandosi le orecchie su buona parte delle risposte e cercando solo di imporre le loro pochezze, senza aprirsi ad un dialogo che cerchi, innanzitutto, di capire l'altro per poi poterlo anche contraddire, perché no, ma solo dopo la certezza di aver compreso le altre opinioni.
Ecco, questo sarebbe comunicare...
Saluto.

maggio 09, 2008 12:38 PM  
Anonymous maestrobuitre said...

Il mio commento era per Alicesu... E' che mentre scrivevo c'� stata un'inaspettata Lariotreinterferenza che si � messa fra i due commenti creando un apparente confusione. Ecco.

maggio 09, 2008 12:42 PM  
Anonymous Anonimo said...

purtroppo è tutto terribilmente vero.
Cyr

maggio 09, 2008 9:28 PM  
Anonymous Univers said...

La solitudine è il vero male del ventunesimo secolo, perchè è capace di attirare altri mali conseguenti. Lo affermo da un bel po'.
Un saluto, intanto ho postato sul bistrot.

maggio 11, 2008 6:01 PM  
Blogger debby77 said...

COSA SIGNIFICA COMUNICARE?DIRE QUELLO CHE PENSI VERAMENTE O DIRE QUELLO CHE FA PIACERE SENTIRSI DIRE?LA PRIMA SAREBBE QUELLA PIU' GIUSTA.....MA SI SA CHE NON E' COSI'!NELLA NOSTRA SOCIETA'(PURTROPPO)SI PREFERISCE APPARIRE E NON ESSERE...TUTTO CIO' PER PIACERE AGLI ALTRI!DEBORA
P.S. COMPLIMENTI PER IL TUO COMMMENTO MAESTRO

maggio 14, 2008 11:29 AM  

Posta un commento

<< Home


Heracleum blog & web tools